1990-2000

 

 

Maggio 1990. Velocità su terra a Galliera Veneta, organizzato dal Team Padova Cross. Passarella a sin. in uno spettacolare passaggio arriva secondo nella terza divisione su prototipo a motore Porsche 3200. Luigi Susan intanto è campione europeo della stessa classe.

 

 

Maggio 1992. Il tricolore é approdato sulla veloce pista marchigiana della scuderia Catria. A sin.  Bellotto su Fiat X1/9 vince nella classe 1800 trazione posteriore. Bada quarto. Nel trofeo Alfasud Sport  Binci arriva secondo. Marchetti arriva secondo su Lancia nella classe 3500.

 

 

 

 

Luglio 1992. A Sadurano (Fo) sul circuito "Fianchi di Donne" Luciano Tamburini (Campione Europeo in carica su Proto Porsche arriva secondo.

Luciano è un altro dei nomi onnipresenti, partecipando fra l'atro a famose competizioni internazionali come ad esempio alla cronoscalata  "Pikes Peak", gara in salita su strada sterrata tra le più antiche del mondo.(Avete mai giocato a Gran Turismo 2 per Playstation ? Lì potete gareggiare su una simulazione di un tratto della scalata!)

 

 

 

Febbraio 1994. Il campionato italiano cambia gestione: via il "Pool",una specie di consorzio (con i fondi delle pre-iscrizioni al campionato) per la promozione dell'autocross sui Media e che dovrebbe scegliere tra un autocross professionistico con costi alti e uno minore con meno ritorni ma più accessibile. Per promuovere le corse si sta per partorire l'idea del Racing Car Cross per gare Club con vetture dalla massima economia di gestione anche per cercare di arginare il preoccupante fenomeno delle corse clandestine (!). Qui un'immagine di Rosella e del suo prototipo in fiamme, evento piuttosto raro nella VST. Più in basso Ermino Forti, campione nazionale in carica della divisione 2.

Settembre 1991. Viene disputato il campionato italiano "OPEN", vale a dire il campionato ufficiale disputato su cinque prove e il campionato italiano vero e proprio, una sorta di sottoprodotto dell' Open. la differenza fra i due sta nel fatto che i punteggi del campionato '91 prendono in considerazione  prima i classificati delle gare open e poi, nelle posizioni lasciate libere nelle rispettive classi, vengono assegnati i punti a coloro che disputano le gare nazionali nelle concomitanti manifestazioni. Uno cioè  arriva primo nella propria classe nel Nazionale ma ai fini della classifica dell'italiano magari è sesto perché fino al sesto posto la classifica è occupata dai piloti dell'Open che hanno gareggiato nella stessa manifestazione!Veramente una norma perversa che per fortuna è stata abolita e che era stata ideata per promuovere l'iscrizione all'Open dei piloti stranieri. Hakvoort è uno dei pochi stranieri iscritti, a sinistra.

Agosto 1991. 9.prova del campionato italiano e 4. prova del campionato italiano open. Vince Baldisser (a sin.) nella divisione open prototipi su Porsche 3000 4x4. 3. giunge Susan su proto Yamaha (sotto).

Oltre 80 i piloti partecipanti alla gara di Pergola (PS). Forti è secondo nella divisione Open Sport.

 

Immagini per la gara di Pasquetta a Maggiora nel 1998: pioggia e brutte condizioni del terreno consigliano a non correre ma i piloti si cimentano ugualmente in condizioni a dir poco proibitive.
Un'immagine della 1.prova del campionato italiano 1997 come di consueto disputatasi a Maggiora.